Kr3OO

Il Kr300 è il SAPR pensato per uso professionale che, con il suo peso inferiore ai 300 grammi, non richiede l’attestato di volo teorico e pratico previsto per i SAPR.
Il Kr300 può essere utilizzato in tutti gli scenari, anche in aeree critiche, perchè rispetta la normativa di sicurezza ENAC.
Il Kr300 è disegnato e costruito in Italia.

15
AUTONOMIA
300
PESO gr

CARATTERISTICHE

Peso ODV: <300gr

Larghezza**: 375mm

Lunghezza**: 324mm

Mot-Mot: 163/217 mm

Altezza: 56mm

Sistema posizionamento: GPS/GLONASS

Protezione eliche: Paraeliche in carbonio

**compreso di paraeliche

Autonomia: 15 minuti a batteria

Velocità massima limitata: 40Km/h

Altitudine operativa: fino a 2000mt/slm

Altezza massima: 150mt (limitata elettronicamente)

Distanza massima: 500Mt (limitata elettronicamente)

Volo Automatico: SI

Possibilita di navigazione su waypoint: SI

Possono essere montati dei diversi tipi di camera a seconda delle esigenze del cliente.

Si va dalla versatile camera orientabile da radio, +60° a -90° con risuluzione a 5Mpx con ottica a 96° stabilizzata meccanicamente, alla 16Mpx orientabile manualmente  e stabilizzata elettronicamente con Videocamera fino risoluzione 4K  interpolata.

-Sistema di controllo a 2,4Ghz con telemetria, nella versione BASIC o PRO

-Valigia rigida per il trasposto resistente agli urti e all’acqua (compresa)

-Sistema di trasmissione video live analogica a 5,8GHz (opzionale)

-Possibilità di collegamento Device esterno tipo tablet smartphone e PC*

-Batteria per APR, e carica batterie a 220Vac

 

*device non compreso

PROGETTAZIONE

La nostra sfida è stata quella di riversare, le prestazioni e la qualità del prodotto, da droni  di grande dimensioni ad un drone dichiarato inoffensive, il tutto reso possibile grazie alla miniaturizzazione dei componenti.

Utilizzo di leghe leggere e materiale composito di derivazione aeronautica è stato fondamentale per la realizzazione del Kr3OO.

Punto forza del progetto è la realizzazione del chassis in metallo e carbonio, in grado di proteggere l’elettronica stivata al suo interno

LA NORMATIVA ENAC

Il nuovo regolamento ENAC Edizione 2 Emendamento 3 del 24 marzo 2017 , in particolare nell’articolo 12 comma 5 recita che :

Le operazioni specializzate condotte con APR di massa al decollo minore o uguale a 0,3 kgcon parti rotanti protette da impatto accidentale e con velocità massima minore o uguale a 60 km/h, fermo restando quanto previsto al comma 2 del presente articolo, sono considerate non critiche in tutti gli scenari operativi. Il pilota, al quale non è richiesto il possesso di un Attestato secondo quanto previsto al successivo art. 21, deve comunque garantire che le operazioni siano svolte in osservanza delle regole di circolazione definite
nella Sezione V

permangono comunque i seguenti limiti :

2. In aderenza con quanto disposto al comma 7 del precedente art. 10 del Regolamento, è proibito il sorvolo di assembramenti di persone, per cortei, manifestazioni sportive o inerenti forme di spettacolo o comunque di aree dove si verifichino concentrazioni inusuali di persone.

Operazioni in VLOS (Art.24)

1. Nelle operazioni in VLOS, il pilota deve essere in grado di mantenere il contatto visivo diretto con l’APR, in maniera tale da monitorarne il profilo di volo nei riguardi di altri aeromobili, persone, imbarcazioni, veicoli e infrastrutture allo scopo di evitare le collisioni.

2. Le operazioni in VLOS sono consentite fino ad una distanza massima sul piano orizzontale di 500 m e fino ad un altezza massima di 150 m AGL, e devono essere condotte in modo sicuro e senza arrecare danni a terzi. Distanze e altezze superiori possono essere valutate e, se del caso, autorizzate dall’ENAC a seguito della presentazione di adeguata valutazione del rischio da parte dell’operatore SAPR.

3. In caso di perdita del contatto visivo del SAPR entro i limiti orizzontali e verticali consentiti, il pilota deve terminare il volo il prima possibile.

4. A eccezione di quanto prescritto nel successivo comma 6, le operazioni SAPR non possono essere condotte:

a. all’interno dell’ATZ di un aeroporto e nelle aree sottostanti le traiettorie di decollo ed atterraggio,

b. ad una distanza inferiore a 5 Km dall’aeroporto (Aerodrome Reference Point o coordinate geografiche pubblicate), laddove non sia istituita una ATZ a protezione delle operazioni di volo;

c. all’interno delle zone regolamentate attive e delle zone proibite, riportate in AIP.

5. Le operazioni degli SAPR all’interno dei CTR sono consentite nei limiti di cui al precedente comma 2. Nelle aree sottostanti le traiettorie di decollo ed atterraggio oltre i limiti dell’ATZ e fino a 15 km, il limite di altezza per le operazioni dei SAPR è fissato a 30m AGL. In deroga alle previsioni di cui al Regolamento (UE) n. 923/2012 (Regolamento SERA), l’Ente ATS responsabile non fornisce servizi di traffico aereo.

6. Le operazioni con SAPR possono essere svolte all’interno dell’ATZ oppure ad una distanza inferiore a 5 km dall’aeroporto, come applicabile, secondo le procedure pubblicate dall’ENAC.

Ponte Nelle Alpi -BL-

E.mail: info@kroda.eu

RICHIEDI INFORMAZIONI

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio